Lavorare in Spagna nel 2022: documenti e consigli utili

  • Autore: Arianna Capogrossi
  • Pubblicato il: 26-04-2021
  • Ultima modifica: 03-12-2021
  • Commenti: 0

 

Lavorare in Spagna nel 2022 è tra i sogni di molte persone, giovani e meno giovani, che sono alla ricerca di opportunità e con la mia conoscenza di questo paese ti posso dire che la Spagna oggi offre molte opportunità ma bisogna saperle trovare.

Così nasce questo articolo proprio con questo obiettivo.

Lavorare, investire su sé stessi trasferendosi in un paese straniero come la Spagna potrebbe sembrarti un salto nel vuoto e, magari, non sapendo né quali documenti ti occorrano né quali siano le città spagnole con una maggior crescita economica, ti senti bloccato e non sai da dove cominciare.

Non ti preoccupare allora, perché in questo articolo voglio indicarti tutti i documenti necessari affinché tu possa iniziare una carriera lavorativa in Spagna.

Ti darò inoltre dei consigli pratici e utili che certamente ti aiuteranno nell'inserimento della realtà lavorativa della Spagna.

Ogni nazione presenta delle norme diverse rispetto al lavoro e, per questo motivo, è bene essere sempre preparati e avere tutti i documenti necessari per poter iniziare al meglio la tua carriera professionale.

 

 

Lavorare in Spagna nel 2022

 

Lavorare in Spagna, una nazione stupenda non troppo diversa se ci pensi dall'Italia, è una realtà di vita che in molti sognano e, proprio per questo, spesso chi termina gli studi o chi magari vuole darsi una seconda possibilità di crescita professionale decide di iniziare proprio da lì.

Sebbene la Spagna si avvicina molto all'Italia sotto diversi punti di vista, un'esperienza di vita o professionale all'estero aiuta sempre a crescere, sia come persone che in ambito professionale.

A mio avviso, il modo migliore per viverla è quella di partire con un obiettivo, ovvero di trasferirsi in Spagna per lavoro con un piano in mente, con un obiettivo professionale da realizzare.

Chiarito questo punto è possibile capire dove andare, ovvero in quale città o regione del paese.

Dove andare a lavorare? La Spagna conta la bellezza di 17 Regioni ognuna delle quali presenta delle realtà diverse l'una dall'altra. In base al tipo di lavoro a cui aspiri puoi puntare ad una Regione piuttosto che un'altra, tuttavia la principale offerta di lavoro si trova nella città di Barcellona e Madrid.

Ma quindi dove è meglio lavorare in Spagna? Ecco le cinque migliori città in cui lavorare.

  1. Alicante
  2. Barcellona
  3. Canarie
  4. Madrid
  5. Valencia.

Ti avevamo già parlato, nell'articolo Vivere in Spagna, di tutto quello che c'è da sapere se vuoi trasferirti e lavorare in Spagna anche se, ovviamente, molto dipende dal settore in cui vuoi operare.

Ad ogni modo sappi che la Spagna è certamente un luogo ideale per un nuovo inizio.

Il turismo rappresenta una delle colonne portanti dell'economia spagnola e come ti spiegavo nell'articolo Coronavirus: si può andare in Spagna oggi, il Governo Spagnolo ha decretato delle norme per favorire la ripresa del turismo e del settore della ristorazione. Questi due settori in particolare, sono specifici di Barcellona, Siviglia e Madrid.

Altri ulteriori sbocchi lavorativi sono certamente quello commerciale, farmaceutico, dei trasporti e, ovviamente quello digitale che è in crescita costante in tutto il mondo.

Ad ogni modo, se hai bisogno urgente di trovare lavoro in Spagna, nei paragrafi a seguire ti lascerò un elenco delle migliori risorse online, spagnole e non, che certamente ti possono essere utili.

Bilbao di notte in Spagna
Photo by Jose Vidal Velar on Unsplash

 

Documenti per lavorare in Spagna

 

Quali sono i documenti necessari per lavorare in Spagna? I documenti indispensabili per lavorare in Spagna sono:

  1. Carta d'identità valida per l'espatrio o passaporto;
  2. Número de afiliación a la Seguridad Social;
  3. Nie: Número de Identidad de Extranjero;
  4. Empadronamiento: iscrizione al municipio di riferimento;
  5. Tejera sanitaria;
  6. Visto per cittadini extra-europei.

Questi sono i documenti necessari e indispensabili per l'inizio della tua carriera in Spagna.

Mi raccomando, non appena approdi sul territorio spagnolo, non perdere tempo e inizia subito a muoverti per ottenere le carte che ti ho indicato.

La burocrazia spagnola potrebbe rivelarsi più lunga del previsto e normalmente per queste pratiche ci vogliono dalle due alle quattro settimane.

Se ti stai chiedendo se in attesa del NIE puoi già iniziare a lavorare la risposta è no infatti in base alle attuali norme di questo paese, è indispensabile e obbligatorio avere il Nie per lavorare.

Arco di Trionfo a Barcellona in Spagna
Photo by Shai Pal on Unsplash

 

Lavoro in Spagna: siti di riferimento

 

Nel paragrafo precedente ti avevo promesso un elenco delle migliori applicazioni, e siti, per trovare il lavoro giusto.

Tieni sempre presente che trovare lavoro in un paese straniero non è mai facile, tuttavia se fossi in te, punterei molto sulle tue origini, sul tuo background e su tutto ciò che il tuo paese natale ti ha insegnato.

Gli spagnoli amano gli stranieri disposti a mettersi in gioco in nuove situazioni e che vogliono investire su loro stessi.

Ecco i migliori siti in cui trovare lavoro in Spagna

Il migliore a mio avviso al momento è LinkedIn, una piattaforma veramente molto utilizzata in Spagna. Il consiglio che mi sento di darti è di farti un account, che è gratuito, già oggi.

Grazie a LinkedIn potrai capire l'offerta di lavoro legata al tuo settore in Spagna e anche entrare in contatto con le persone, italiane e non, che già vivono o lavorano in Spagna nel tuo settore.

Come puoi immaginare prima di cominciare a cercare lavoro dovrai avere un curriculum in lingua spagnola, davvero fondamentale per cominciare.

Dopo LinkedIn ti suggerisco vivamente di utilizzare Indeed, una piattaforma mondiale molto utilizzata per lavoro in Spagna.

Barcellona in Spagna
Photo by Benjamín Gremler on Unsplash

 

Lavorare in Spagna senza avere esperienza

 

Lavorare in Spagna senza avere esperienza è possibile? Certo che sì, l'esperienza è un fattore che indubbiamente incide molto sul giudizio definitivo per un possibile posto di lavoro, ma questo come certamente saprai non riguarda solo la Spagna.

La proattività e le tue capacità personali e lavorative, sono la chiave del tuo successo.

Trovare lavoro in un paese estero può sembrare difficile ma ti assicuro che alle volte è più facile che in Italia.

Il consiglio che ti voglio dare, di cui abbiamo anche parlato in Vivere all'estero, è quello che stare concentrato su quello che vuoi realizzare nella vita.

Mi spiego meglio.

Arriva in Spagna con un obbiettivo e anche se poi ti ritrovi a cominciare da un lavoro diverso tieni sempre a mente dov'è che stai andando.

 

Lavorare in Spagna senza sapere la lingua è una cosa che ti sconsiglio vivamente.

Se vuoi lavorare in Spagna la lingua è un requisito basilare di cui non puoi fare a meno.

Se non conosci lo spagnolo non ti preoccupare, posso garantirti che essendo una lingua romanza, è molto simile all'italiano con, ovviamente alcune differenze fonetiche che devi conoscere.

Il mio consiglio è di comprati, in base al tuo livello, un libro di grammatica e di vocabolari con dei cd interattivi.

Fai molta pratica sia nello scritto che nel parlato ed esercitati tutti i giorni per almeno un'ora.

Vedrai che tu stesso nel giro di poche settimane noterai la differenza.

Un ulteriore consiglio che vorrei darti se non conosci la lingua è di rivolgerti all'Istituto Cervantes: qui troverai corsi intensivi e molto utili per l'apprendimento della lingua spagnola e, inoltre, se vorrai potrai prepararti all'esame del Dele, ossia la certificazione linguistica dello spagnolo.

Malaga Playa de la Misericordia in Spagna
Photo by Quino Al on Unsplash

Articolo scritto da

Lascia un commento

*** La tua email non verrà pubblicata ***

Per maggiori informazioni consulta la Privacy Policy di ViaggIn

0 commenti

Privacy Policy