Vivere a Cagliari: guida completa, opinioni, pro e contro

  • Autore: Caterina Giordo
  • Pubblicato il: 26-06-2018
  • Ultima modifica: 13-07-2021
  • Commenti: 10

 

Vivere a Cagliari: il capoluogo della Regione Sardegna è una città viva, molto turistica, abbastanza giovane ed in fermento. 

Grazie al mio lavoro, riesco ad entrare in contatto ogni giorno con tantissime persone che, da tutta Italia, mi scrivono per avere consigli su come fare per cambiare la propria vita.

Sorprendentemente, ma fino ad un certo punto dato che il nostro paese è proprio bello, tanti italiani sono spinti dal desiderio di ripartire spostandosi da una regione all'altra senza necessariamente trasferirsi all'estero.

E tra le regioni prese in considerazione ci sono anche quelle del Sud, compresa la Sardegna.

Ma perché Cagliari e non, ad esempio, Dublino, Malta o Barcellona?

Ti confesso che ogni volta che torno a Cagliari, il desiderio di fare le valige, salutare Londra e trasferirmici viene anche a me.

Nelle righe che seguono ti spiego il mio perché.

Già, le ragioni che ci spingono a fare una determinata scelta sono tutte profondamente diverse, anche se magari abbiamo tutti qualcosa in comune.

Quindi, anche quando parliamo di un determinato luogo qui sul nostro blog, lo facciamo cercando sì, di darti un punto di vista oggettivo, ma raccontandoti la realtà così come appare ai nostri occhi.

In questo articolo analizzerò per te i vari aspetti della vita in Sardegna, nello specifico a Cagliari, partendo da:

  • come si vive a Cagliari oggi;
  • quanto costa prendere casa in affitto o comprarla;
  • i pro e i contro della vita nel capoluogo sardo;
  • quali sono le zone migliori in cui cercare casa.

 

 

Vivere a Cagliari

 

Qui a Londra ho sentito dire spesso che ciò che a qualcuno non serve, per altri è un vero e proprio tesoro.

Ed è verissimo.

Succede non solo quando parliamo di oggetti, questo concetto semplice può essere adattato a qualsiasi argomento.

Perché mentre tantissimi giovani sardi lasciano l'isola alla ricerca di fortuna altrove per i motivi più disparati (che sia il Nord Italia o l'estero poco importa), ci sono diverse persone giovani e meno giovani che scelgono volontariamente di trasferirsi in Sardegna, spinti da un folle amore per questa terra antica.

Siamo realisti però, la Sardegna è meravigliosa ma ricca di difficoltà.

Perciò chi decide di fare le valige si interroga a fondo su quelle che sono le possibilità reali di sviluppo e crescita, soprattutto se si arriva per cercare lavoro.

Dopo aver scritto la guida che parla di vivere in Sardegna, sono entrata in contatto con tante persone che vorrebbero trasferirsi sull'isola ma non sanno bene dove, e che possibilità reali potrebbero avere.

Secondo me, Cagliari è tra i posti migliori da poter prendere in considerazione se decidi di trasferiti in Sardegna.

E' un ottimo compromesso per chi ama il mare, la natura e uno stile di vita non troppo frenetico, senza però voler rinunciare alle comodità della vita di città.

Con i suoi circa 154.000 abitanti è la città più popolosa dell'isola (la seconda più popolosa è Sassari, a Nord, con circa 126.000 abitanti).

Cagliari in Sardegna in Italia
Photo by Laura Lugaresi on Unsplash

 

Vivere a Cagliari opinioni

 

C'è chi ti scoraggerà (e probabilmente saranno gli stessi sardi o italiani, non tutti per fortuna, a provare a scoraggiarti spinti dal bisogno di ribadire che all'estero si sta meglio e altrove è tutto più bello) e chi invece questa città la ama alla follia, analizzeremo più avanti i pro e i contro, ma ovviamente come per tutto le opinioni che sentirai a riguardo sono varie e tutte derivanti da esperienza e/o gusto personale.

Però, vivere a Cagliari oggi non solo è possibile ma è anche estremamente piacevole.

Se sei un'amante del sole, del clima mite anche in inverno e del mare a portata di mano, la città di Cagliari ha davvero quello che fa per te.

Purtroppo non si vive di sola spiaggia, quindi se decidi di prendere questa città in considerazione devi avere le idee chiare sul lavoro che andrai a fare.

Il mio consiglio, ovunque tu stia valutando di trasferirti, è quello di sfruttare al massimo le potenzialità della rete per reperire quante più informazioni possibili.

Nel caso specifico di Cagliari, se sei un professionista alla ricerca di impiego in un determinato settore, puoi metterti in contatto con persone che svolgono il tuo stesso lavoro localmente e fare due chiacchiere per capire come stanno, se sono soddisfatti, se esiste una reale possibilità di sviluppo professionale.

Come? Su Linkedin, ad esempio, dove non solo troverai annunci di lavoro ma anche persone vere che a Cagliari vivono e operano in tantissimi settori.

Se Linkedin non basta, puoi cercare annunci di lavoro a Cagliari utilizzando il portale internazionale Indeed, a mio avviso uno dei migliori sia in Italia che all'estero.

Selezionando le parole chiave che ti più ti sono utili puoi capire com'è la situazione dal punto di vista delle offerte di lavoro, cosa cercano le aziende, in che modo potresti candidarti e via discorrendo.

Qualora tu non abbia le idee chiare, il tutto si complica un po' perché è difficile farsi un'idea non sapendo cosa cercare.

Ti consiglio di partire da questo punto che è fondamentale, e risolverlo prima di andare avanti.

I nomadi digitali o i pensionati invece, che non hanno bisogno di mettersi a cercare lavoro, possono tranquillamente saltare questo argomento e arrivare direttamente a ciò che gli interessa maggiormente, come ad esempio i servizi, la vita notturna, la presenza di ospedali o scuole, etc.

Se non devi preoccuparti di cercare lavoro, ma valuti un luogo in base alla sua vivibilità, Cagliari è non solo vivibile e con un basso tasso di criminalità, ma anche bella da vedere.

Ti consiglio però di fare un bel biglietto aereo e di verificare con i tuoi occhi, perché non c'è niente di meglio che passeggiare tra le vie del centro o nei vari quartieri residenziali e lasciarsi guidare dalle sensazioni che si provano vivendo in un determinato luogo.

Dal punto di vista del collegamento con il resto d'Italia e con l'estero, con il porto e l'aeroporto ci si sposta senza problemi.

Bisogna solo tenere in considerazione che, nei periodi di alta stagione sia in estate che in inverno, i prezzi salgono notevolmente ed è essenziale organizzarsi con anticipo se si decide di mettersi in viaggio.

Castello di San Michele a Cagliari, in Sardegna, Italia
Photo by Sensei Minimal on Unsplash

 

Vivere a Cagliari pro e contro

 

Vediamo insieme quali sono i pro e i contro della vita nel capoluogo sardo.

Vivere a Cagliari, pro:

  • il clima in estate è meraviglioso, mentre l'inverno inteso come stagione molto fredda praticamente non esiste. Ovviamente anche a Cagliari piove e le temperature scendono, essendo poi una città di mare il clima è abbastanza umido. I mesi più freddi sono quelli di dicembre, gennaio e febbraio con temperature minime di 6/8 gradi e massime di 14 gradi. Nel complesso, il fattore climatico è decisamente una nota positiva che gioca a favore della città;
  • il mare. Sembra banale, ma poter andare al mare quando vuoi, tutto l'anno, e magari affacciarti e vederlo in lontananza dal balcone, è una cosa fantastica. Lavori tutto il giorno, poi stacchi e ti butti sulla spiaggia. Senza contare la rara bellezza della zona tutta intorno. Il luogo in cui vivi fa davvero la differenza;
  • il costo della vita non è alto, a partire dagli affitti, che vedremo nel dettaglio nel prossimo paragrafo, fino ad arrivare alla spesa al supermercato, la cena fuori o lo shopping. I prezzi non sono stracciati, ma a paragone con altre zone d'Italia la differenza si sente eccome;
  • la qualità della vita è ottima. Cagliari non è una metropoli ed il suo ritmo è vivo ma lento, tipico delle città calde del Sud, dove si riesce a fare tutto tranquillamente ma senza l'ansia della fretta tipica delle zone più a Nord dove si vuole tutto subito;
  • se hai un buon lavoro, lavori freelance o hai una pensione, a Cagliari stai davvero benissimo;
  • la maggior parte delle persone che vive a Cagliari è felice e non andrebbe mai via. Ovviamente c'è chi si lamenta, come ovunque, ma nel complesso i cagliaritani sono felici della loro città, conoscerli ti permetterà di apprezzarli e ad apprezzare il luogo.

 

Vivere a Cagliari, contro:

  • Il lavoro scarseggia e se non hai le idee chiare potresti avere difficoltà a trovare qualcosa di soddisfacente. Cagliari, così come tutta la Sardegna, si trova a fronteggiare la crisi che ha colpito tutto il paese, in particolare le regioni del Sud. Se tanti giovani emigrano una ragione purtroppo c'è. Perciò valuta attentamente quali sono le tue reali possibilità prima di trasferirti;
  • Cagliari è una città non grandissima, e la mentalità dei suoi abitanti (non tutti ovviamente) potrebbe essere considerata provinciale da alcuni. Non è un grosso problema, ma non tutti sono portati per vivere bene nei piccoli centri.
  • Cagliari si trova su un'isola. Pensi che questa informazione sia superflua? Se non hai mai vissuto su un'isola non sai cosa si prova quando l'unico mezzo per poterti spostare è l'aereo o il traghetto, a meno che ovviamente tu non voglia viaggiare internamente. E questa cosa pesa quando il viaggio lo devi fare all'ultimo minuto e non ti basta prendere l'auto e viaggiare di notte per arrivare a destinazione. Vivere su un'isola è bellissimo e per me personalmente non rappresenta un'aspetto negativo. Capisco però che se non si è abituati questo aspetto può essere considerato negativo. L'isola è un mondo a parte, la Sardegna è una realtà diversa rispetto al resto d'Italia e te ne rendi conto solo quando la vivi in veste non turistica;
  • l'inverno in Sardegna non è animato come l'estate. L'isola in inverno cambia volto completamente, il che non è necessariamente una cosa negativa, ma potresti avere delle difficoltà non essendo abituato. Visitala sia in estate che in inverno per vedere la differenza e capire se fa per te oppure no.
Spiaggia nella città di Cagliari in Sardegna, Italia
Photo by Jared Lisack on Unsplash

 

Dove vivere a Cagliari?

 

Abbiamo parlato di questo capoluogo analizzando anche gli aspetti positivi e negativi.

Onestamente spero ti sia venuta voglia di visitarlo, quantomeno per fare un tuffo nel mare della famosa spiaggia del Poetto, di cui ho raccontato in Cosa vedere in Sardegna.

Ho accennato nella mia lista di pro che il costo degli affitti a Cagliari è molto basso rispetto a tante zone d'Italia e questo permette di farci un pensierino in più, invogliati dal clima fantastico e dalla reale possibilità di non spendere tutto lo stipendio per pagare casa.

Se vuoi avere un'idea migliore ti consiglio di fare un salto online per dare uno sguardo ai prezzi degli affitti a Cagliari, ti renderai conto di come è possibile trovare appartamenti in zone centralissime vicino ad esempio al Bastione di Saint Remy al costo di €550 mensili per un bilocale.

Anche per quanto riguarda l'acquisto si trovano soluzioni a prezzi non necessariamente da capogiro. Sempre consultando i siti delle agenzie immobiliari per le case in vendita a Cagliari, puoi avere un quadro un po' più chiaro della situazione.

Tra le zone cittadine che puoi prendere in considerazione c'è quella vicina al Parco di Monte Claro, il quartiere La Vega, collegata con il centro e con le spiagge, verde e adatta anche alle famiglie, oppure i quartieri centrali di Stampace e Villanova.

Se però preferisci spazi più ampi puoi considerare uno dei paesi limitrofi che comunque fanno parte della città metropolitana di Cagliari, che include un totale di 17 comuni tra cui Assemini, Capoterra, Decimomannu, Elmas, Monserrato, Pula, Quartu Sant'Elena e altri ancora.

Dando uno sguardo alla mappa ti rendi conto del perché questa zona viene considerata città metropolitana.

Vivere, ad esempio, a Quartu Sant'Elena equivale a vivere a Cagliari, le distanze sono minime ed i benefici sono comunque immensi.

Tu cosa ne pensi?

Sei mai stato a Cagliari?

Se la risposta è no, ti invito a farlo perché ne vale davvero la pena.

Se, invece, vuoi valutare altri luoghi ti invito a prendere in considerazione la nostra guida su Dove vivere in Italia.

Prima di salutarti mi sento di darti questo consiglio: informati sempre bene prima di trasferirti in un posto ma soprattutto vallo a vedere con i tuoi occhi, per capire che sensazioni ti dà.

Quest'ultimo aspetto ti permetterà di capire se è il caso di trasferirti a Cagliari o dove altro hai intenzione di farlo.

La spiaggia di Alghero in Sardegna
Photo by ViaggIn

Articolo scritto da

Lascia un commento

*** La tua email non verrà pubblicata ***

Per maggiori informazioni consulta la Privacy Policy di ViaggIn

10 commenti

Stefano Batzella

Pubblicato in data 19-10-2022 20:25:03 da Stefano Batzella

Sono sardo di origine e vivo in Continente ma ogni volta che torno alle radici ( Sardegna) mi sento un altro. Sono in pensione e sto valutando il mio cuore e li. Ciao

Sergio

Pubblicato in data 17-02-2021 14:15:55 da Sergio

Ciao Michelangelo. Sono sardo anche io e vorrei tornare a casa. Se sei tornato, mi dici come è andata?

Caterina Giordo

Pubblicato in data 17-12-2019 15:04:32 da Caterina Giordo

Ciao Sebastiano, Grazie per il tuo commento! Come ho specificato nell'articolo, quella che leggi è la mia opinione personale che non deve essere necessariamente condivisa da tutti. Anzi, mi piace molto leggere opinioni diverse dalla mia! E' importante ricordare a chi si sposta da una grande città o da una metropoli che la mentalità di un piccolo centro potrebbe essere considerata provinciale. Il che non significa che tutti coloro che ci abitano sono di vedute ristrette, semplicemente che non tutti si adattano alla vita di una piccola cittadina. Ovviamente dipende tanto dal paragone che si fa, da qual è il proprio vissuto. Io sono nata e cresciuta a Sassari, ho vissuto 10 anni a Roma e da 5 anni vivo a Londra. Le mie opinioni sono influenzate dal mio percorso e cerco di specificarlo sempre per far capire a chi legge la ragione del mio pensiero. Per quanto riguarda il numero di abitanti io mi riferivo solo a quelli della città di Cagliari nello specifico perché l'articolo parla in maniera un pochino più approfondita di Cagliari e non dei comuni limitrofi, sebbene siano così vicini da essere considerati un'estensione della città e vengono menzionati alla fine dell'articolo perché sono un'ottima meta da considerare per un eventuale trasferimento - proprio per la loro posizione. A me Cagliari piace tanto e la consiglio spesso a chi mi chiede info su una città dove poter vivere bene in Sardegna :)

Sebastiano

Pubblicato in data 16-12-2019 18:33:00 da Sebastiano

Bell'articolo, condivido (quasi) tutto. Non definirei infatti "provinciale" la mentalità dominante a Cagliari, o quella più diffusa. Naturalmente, bisogna intendersi sui termini. Io non l'ho mai percepita come tale (confrontandola con quella presente in altri centri). tutt'altro, devo dire. Un altro elemento è il numero di abitanti. Per capire Cagliari - sopratutto per chi eventualmente non la conosce - non è del tutto corretto limitarsi al numero di abitanti del comune, senza tener conto dell'intero agglomerato urbano, che è ciò che effettivamente conta. Non credi?

Caterina Giordo

Pubblicato in data 25-06-2019 20:04:39 da Caterina Giordo

Ciao Luciana, Grazie mille per il tuo commento e la tua esperienza. Spero davvero tu riesca a tornare in Sardegna al più presto se è ciò che desideri. Cagliari è davvero una bella cittadina! Un saluto :)

luciana sanna

Pubblicato in data 25-06-2019 13:18:09 da luciana sanna

Sono sarda ma non ho mai vissuto dove sono nata, ho vissuto a Bologna per 40 anni e da quasi 20 vivo a Roma da questo si evince che ho 60 anni. Amo la Sardegna in modo viscerale e sto progettando di tornarci visto che il lavoro non sarà un problema. La città che sto guardando con interesse è Cagliari che ha un ritmo più lento, ma non noioso, il clima e la luce danno energia e la sensazione del RITORNO è bellissima. La zona del Poetto è quella dove vorrei vivere per godermi la vista e il profumo di quello splendido mare sempre. Mi piace come hai affrontato il tema di essere in una isola che per me è come guardare il mondo con il giusto distacco. Sardegna aspettami, sto tornando

Caterina Giordo

Pubblicato in data 12-01-2019 15:42:22 da Caterina Giordo

Ciao Claudia, Se questo è il tuo desiderio ti auguro di riuscire a realizzarlo presto! Prova a fare qualche viaggio esplorativo prima di trasferirti e assicurati di parlare bene la lingua del posto. Per il resto niente e nessuno ti impedisce di sperimentare nuove situazioni :) Grazie per il tuo commento e a presto!

Claudia

Pubblicato in data 07-01-2019 23:10:21 da Claudia

Sono sarda e vivo vicino a Cagliari, come dici te è una città bellissima scalda il cuore e l'anima, con il lavoro tutto sarebbe diverso ma purtroppo scarseggia e per questo mi piacerebbe fare un'esperienza all'estero che per me rappresenta un sogno da sempre...

Caterina Giordo

Pubblicato in data 11-12-2018 20:17:43 da Caterina Giordo

Ciao Michelangelo, come mai "scatola"? Io penso che se hai delle buone opportunità di lavoro ed il posto ti piace non c'è assolutamente niente di male. La Sardegna è senza dubbio un territorio ricco di problematiche, ma è anche tra i più belli al mondo. Se dopo aver valutato decidi di tornarci, quel che dicono gli altri ha ben poca importanza. E se non ti troverai bene farai sempre in tempo a partire di nuovo. La vita è una sola. Buona fortuna :)

Michelangelo

Pubblicato in data 11-12-2018 15:20:22 da Michelangelo

Sono sardo, vivo a Bologna da qualche anno e ho deciso di tornare in Sardegna. In molti mi scoraggiano, mi dicono di non tornare nella "scatola", ma voglio tentarmela!

Privacy Policy